Prodotti verdi

 

Categorie di Prodotti Verdi


Accedi al Catalogo per consultare gli oltre 2.000 Prodotti Verdi disponibili nell'assortimento MARR

 

Prodotti che consentono di implementare una politica di Acquisti Verdi (Green Public Procurement) coerente al Piano di Azione Nazionale sul GPP (PAN GPP) e che soddisfano uno o più requisiti di sostenibilità ambientale previsti dal DM n. 65 del 10 Marzo 2020.

 
 
 

Alimentari

 

Il marchio Denominazione di Origine Protetta, meglio noto con l’acronimo DOP è un marchio di tutela giuridica della denominazione che viene attribuito dall’Unione Europea a quei prodotti agricoli ed alimentari le cui fasi del processo produttivo, vengono realizzate in un’area geografica delimitata e il cui processo produttivo risulta essere conforme ad un disciplinare di produzione. Tutta la produzione, la trasformazione e l’elaborazione del prodotto devono avvenire nell’area delimitata. 

 
 
 

Il marchio Identificazione Geografica Protetta, meglio noto con l’acronimo IGP è un marchio di tutela giuridica che viene attribuito dall’ Unione Europea a quei prodotti agricoli ed alimentari originari di una regione e di un paese le cui qualità, reputazione e caratteristiche si possono ricondurre all’origine geografica, e di cui almeno una fase della produzione, trasformazione ed elaborazione avvenga nell’area delimitata.

 
 
 

I Prodotti Agroalimentari Tradizionali sono prodotti inclusi in un apposito elenco istituito dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali (Decreto 8 settembre 1999, n. 350) in collaborazione con le Regioni. Le caratteristiche dei prodotti e le metodiche  di  lavorazione, conservazione e stagionatura devono essere consolidate nel tempo in  base agli usi locali, uniformi e  costanti, anche raccolti presso le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura competenti per territorio.

 
 
 

L’agricoltura biologica è un tipo di agricoltura che considera l’intero ecosistema agricolo, sfrutta la naturale fertilità del suolo favorendola con interventi limitati, promuove la biodiversità dell’ambiente in cui opera ed esclude l’utilizzo di prodotti di sintesi (salvo quelli specificatamente ammessi dal regolamento comunitario) e organismi geneticamente modificati. 

 
 
 

I prodotti del Commercio Equo e Solidale costituiscono un'alternativa concreta e sostenibile nel commercio internazionale, attraverso un’economia tangibile, fatta da persone per le persone in cui il Lavoro porta dignità e futuro a milioni di lavoratori, soprattutto nei Paesi del sud mondo. Il Commercio Equo e Solidale si pone l’obiettivo primario di riequilibrare i rapporti con i Paesi economicamente meno sviluppati, migliorando l'accesso al mercato attraverso un giusto guadagno e condizioni di lavoro dignitose. 

 
 
 

L’acquacoltura biologica promuove l’allevamento con tecniche biologiche e certificate, sviluppate in conformità alla normativa di riferimento e a specifici standard, di pesci d’acqua dolce e d’acqua salata, di gamberi e molluschi, cozze, ostriche e anche alghe. Gli aspetti fondamentali dell’acquacoltura biologica sono: garantire all’organismo il compimento dell’intero ciclo vitale all’interno dell’impianto di allevamento, mantenere lo stress d’allevamento pari o vicino allo zero grazie anche al ridotto impatto dell’uomo sulla vita dell’animale, non utilizzare additivi ormonali nei pesci o mangimi a base di oli o farine di pesce ed OGM.

 
 
 

I prodotti della pesca sostenibile rispondono a determinati criteri di sostenibilità ambientale, le zone di pesca sono infatti gestite in modo tale da garantire il rispetto delle riserve ittiche esistenti, considerando la loro capacità riproduttiva e la biodiversità. I prodotti che si fregiano di queste certificazioni (come ad esempio la certificazione MSC – Marine Stewardship Council) provengono da zone di pesca governate attraverso avanzati programmi di gestione. 

 
 
 

Non food (detersivi, detergenti, carta ecologica, tovaglie, tovaglioli, ecc.)

 

L'Ecolabel UE (Regolamento CE n. 66/2010) è il marchio dell'Unione europea di qualità ecologica che premia i prodotti migliori dal punto di vista ambientale nel loro intero ciclo di vita, che possono così diversificarsi dai concorrenti presenti sul mercato, mantenendo comunque elevati standard prestazionali. 

 
 
 

Lo scopo della certificazione FSC e PEFC, due tra gli schemi di certificazione forestale più diffusi a livello internazionale, è quello di individuare una conduzione degli ecosistemi basata su principi di sostenibilità. I prodotti derivanti dai materiali legnosi (carta, imballaggi, ecc.) contrassegnati da questi marchi, sono certificati in modo indipendente e provengono da foreste gestite in maniera tale da rispettare le esigenze sociali, economiche e ambientali delle generazioni attuali e future. 

 
 
 

I prodotti monouso compostabili sono quelli conformi alla norma UNI EN 13432:2002, ossia quelli per cui sono state testate la biodegradabilità e la trasformabilità in compost affinché il loro impatto sull’ambiente sia ridotto.