ITA
  1. ENG

Investor relations

MARR: prosegue la costante e progressiva ripresa dei consumi extradomestici a conclusione di un difficile primo semestre

Superata la fase acuta dell’emergenza sanitaria. I ricavi del primo semestre sono stati penalizzati dal lockdown che ha fermato la ristorazione. Segnali positivi a seguito della ri-apertura con buone prospettive già dalla seconda parte dell’anno.

 

Rimini, 1 luglio 2020 – MARR S.p.A. (Milano: MARR.MI) società leader in Italia nella commercializzazione e distribuzione di prodotti alimentari al foodservice, chiude il primo semestre dell’anno con ricavi in flessione ed in linea con le previsioni di breve periodo già comunicate, a metà maggio, in occasione della presentazione dei dati relativi al primo trimestre.Dopo un inizio d’anno molto positivo, i consumi legati alla ristorazione ed al turismo si sono quasi completamente bloccati per oltre tre mesi con positivi segnali di ripresa da metà giugno.
Nonostante questo i ricavi totali del primo semestre, valore gestionale provvisorio, si sono posizionati sopra i 440 milioni di Euro con una flessione ovviamente significativa sul pari periodo dell’anno precedente, ma con un trend di progressivo recupero a fine semestre.
Il risultato conseguito conferma la dinamicità della Società e la validità delle iniziative merceologiche e commerciali attuate che hanno mantenuto costante e vitale il rapporto con il Mercato ed il Cliente, anche durante il periodo più difficile del lockdown, e che riteniamo abbiano certamente rafforzato la posizione competitiva di MARR. In tal senso è utile rilevare ad esempio come la nuova linea di prodotti appositamente predisposta per favorire le attività di food delivery e take-away sia stata accompagnata da una risposta molto positiva da parte del Mercato della ristorazione; analoga positività è rilevata nell’area dei prodotti freschi quali ittici ed ortofrutticoli con la concretizzazione, in ambito di questi ultimi, dei benefici derivanti dalla acquisizione ed integrazione di SìFrutta.
La conferma della positività prospettica di questo approccio, perseguito con determinazione durante tutto il periodo, emerge dalla valutazione dei dati relativi ai ricavi, nell’ambito dei canali di riferimento, quindi nella ristorazione commerciale e collettiva, realizzati nelle ultime settimane, soprattutto a seguito delle progressive ri-aperture.
Infatti già nell’ultima parte del mese di giugno, rispetto al pari periodo dell’anno precedente, più dell’80% dei clienti ha significativamente ripreso la propria attività con consumi ormai superiori al 75% dello storico.
Tutto questo porta a ragionevolmente confermare che lo scenario già ipotizzato a maggio sia concretamente sostenibile. In particolare ci attendiamo dal terzo trimestre, e quindi nel periodo più importante per le attività turistiche nel nostro Paese, il rafforzamento della ripresa dei consumi con la possibilità di ravvicinare ulteriormente i risultati di periodo a quelli caratteristici degli anni precedenti.
Analogamente è lecito attendersi il progressivo riallineamento con i valori storici già dalla prima parte del 2021, con la piena possibilità di comparazione già nella seconda parte del prossimo anno.
Tutti gli elementi a nostra disposizione confermano infatti che non vi sono ostacoli strutturali alla possibilità che i consumi alimentari extradomestici tornino a rappresentare nel medio periodo un terzo dei consumi alimentari totali in Italia.
I segnali più recenti confermano inoltre che il mercato delle forniture è pronto ad accettare una selezione a beneficio delle realtà più strutturate e favorendo l’ulteriore naturale consolidamento anche attraverso attività di aggregazione; opportunità che MARR intende cogliere pienamente.

 

Data di pubblicazione: Mercoledì, 1 Luglio 2020 - ore 18.10